25 Giu

Janome Stories: l’anno da Janomina di Carmen – Creativamentemamma

Janome Stories: l’anno da Janomina di Carmen – Creativamentemamma
creativamentemamma-cucito-creativo

Intro: In questo anno abbiamo vissuto la trasformazione di Carmen e la crescita delle sue bimbe… tra ago e filo! Ripercorriamo insieme quanto di bello e successo, con uno sguardo al futuro.

Abbiamo conosciuto Carmen – Creativamentemamma, che per colpa di Alessio non aveva nemmeno un discorso… ma se l’è cavata benissimo!

Non è stato banale unire il ruolo di mamma con quello di Janomina, specialmente se stai trasformando il cucito nel tuo lavoro vero e proprio. Ma una volontà di ferro e tanta passione fanno raggiungere traguardi spesso impensabili.

Ma non perdiamo altro tempo e facciamocelo raccontare direttamente da Carmen:

Ciao Carmen, come è andato questo anno da Janomina?

Ci sarebbero tante cose da dire su questa bella avventura da Janomina durata un anno!


Sono stata scelta a ricoprire questo ruolo nonostante fossi una mamma, e dico questo perché si sa che oggigiorno essere mamma è uno status che in qualche modo ostacola il poter vivere alcune esperienze, ma per un  limite delle aziende, non di certo di noi mamme!


Sono stata quindi molto contenta che il mio essere mamma sia stato visto come estremamente positivo. Anche perchè lo ammetto, non è stato facile far coincidere tutto: Alice aveva appena 11 mesi quando ho deciso di lasciare il  lavoro per immergermi nel mondo creativo. E gli impegni lontano da casa,  come la fiera di Bologna e la Janome Academy a Firenze sono stati tanto belli quanto tosti da un punto di vista mentale e anche fisico.

Sono partita che ancora allattavo e ammetto che non sono mai stata serena al 100%. Ma ne è valsa la pena perché ho imparato tantissime cose, ho incontrato e abbracciato chi mi segue con affetto e ho potuto migliorarmi su tutti gli aspetti, dal social, al creativo e al tecnico che riguarda appunto il mondo delle macchine.


Come ti sei trovata con la tua S3?

In questo anno di cucito ho fatto passi da gigante, anche per merito della mia S3. E i tutorial che ho fatto per Janome ne sono la prova:


Il cucito creativo non conosce regole: Tanta creatività e ci si può sbizzarrire per creare qualunque cosa con diversi materiali. L’importante è avere la macchina giusta.

Si, perché senza una macchina così potente e con un trasporto davvero eccezionale non sarei riuscita a cucire spessori di tessuto che con altre macchine causavano spesso la rottura dell’ago.


Come per gli elettrodomestici e apparecchi tecnologici, anche per le macchine per cucire la qualità e le performance dipendono da quanto si è disposti ad investire.


Molte followers mi scrivono che con la mia bravura potrei cucire con qualunque macchina, ma non è così.

A parte le maggiori difficoltà e gli accorgimenti che bisogna adottare quando si cuce con una macchina base, specialmente se cuci con una macchina di qualità discutibile tantissime possibilità di cucito che ho con la mia S3 te le scordi.

Cosa consigli a chi vuole acquistare una nuova o prima macchina per cucire?


Cucire deve essere piacevole e divertente. Solo con una macchina di qualità come una Janome si può cucire una creazione dietro l’altra senza porre limiti alla fantasia.


E Infatti, per me che cucio diverse ore al giorno, non riuscirei più a passare a una macchina di livello inferiore, ma soprattutto di qualità inferiore.


Mi rendo conto che non tutte hanno esigenze di cucito professionali, ma anche se cuci per hobby un piccolo investimento sulla macchina ti cambia la vita.

Io dopo una breve e triste esperienza di un anno con una macchina presa al supermercato, ho iniziato a cucire più seriamente con una macchina dal costo superiore di qualche centinaio di euro. Le caratteristiche promesse dalle due macchine erano le stesse, ma non c’era paragone.

Non conta infatti quanto una macchina promette di fare come numero di punti o velocità. Piuttosto è importante capire se quella macchina fa effettivamente le cose che dice. Meglio meno, ma effettivamente rispettato.

E in questo con Janome andate sul sicuro: investite e non ve ne pentirete!